Resoconto Cerimonia “Repubblica Partigiana Ossola 2020” Domodossola 4.10.2020

Domenica 4.10.2020/10h30 vi è stata a Domodossola la cerimonia per il premio “Repubblica Partigiana Ossola 2020”. Un premio assegnato per la prima volta ad un cittadino elvetico, Raphael Rues, per la sua ventennale ricerca riguardante il periodo 1943-1945 nella regione che va dal Sempione, Ossola e Verbano.

Piazza G. Matteotti a Domodossola, luogo della commemorazione del 4.10.2020. Fonte: Insubricahistorica.ch

Domodossola, città medaglia d’oro al Valor Militare per la Resistenza, ha celebrato domenica 4.10.2020 il 76° anniversario della Zona Libera dell’Ossola, più comunemente nota come “Repubblica Partigiana dell’Ossola”. Il primo esperimento di autogoverno dopo il ventennio fascista, cessato il 25 luglio 1943 con la deposizione di Benito Mussolini, grazie all’Ordine Grandi.

La “Repubblica Partigiana Ossola” ebbe luogo nel settembre-ottobre del 1944, venne riconosciuta dalle autorità cantonali elvetiche e dai consolati alleati in Ticino. La Giunta Provvisoria di Governo seppe fornire il primo esempio di democrazia in un Italia occupata dai tedeschi e nel bel mezzo della Guerra Civile. L’esperimento seppure effimero, durato solo 37 giorni, assicurò lo svolgersi di una vita civile amministrativa democratica, ben lontana dal fascismo. Quanto fatto in questo breve lasso di tempo servì pochi anni più tardi per creare la nuova Italia.

La cerimonia, tenutasi in Piazza G. Matteotti dinanzi al monumento per la Repubblica Partigiana dell’Ossola ha visto la presenza di diversi amministratori di altri Comuni del Nord Italia, compreso Busto Arsizio (Varese), città lombarda medaglia di bronzo al Valor Militare per il contributo dato alla Resistenza.

Discorso di Raphael Rues in occasione della cerimonia per la consegna del premio “Repubblica Partigiana Ossola 2020”, Domodossola 4.10.2020. Fonte: Insubricahistorica.ch

Dopo il significativo intervento del sindaco di Domodossola, On. Lucio Pizzi, – il quale padre era stato anche comandante partigiano in Ossola – l’orazione finale è stata tenuta da Giovanni Cerutti, direttore della Fondazione Marazza a Borgomanero, e sul quale avevamo già scritto su Insubrica Historica. Al termine la consegna del premio allo storico elvetico Raphael Rues ”per aver contribuito attraverso una instancabile attività di ricerca a diffondere in Italia e all’estero la conoscenza delle vicende della Repubblica dell’Ossola, di Domodossola e del territorio ossolano durante la lotta di liberazione”.

Il momento della consegna del premio a Raphael Rues da parte del sindaco On. Lucio Pizzi. Fonte: Ossola24.it

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

UA-116746222-1