Come da tradizione abbiamo il piacere di pubblicare il nostro rapporto annuale sulle attività per l’anno 2021. Ancora una volta un anno particolare a causa della pandemia, ma che ci ha permesso comunque di promuovere diverse attività.

1.Resoconto d’attività per il 2021
La situazione pandemica continua ad avere delle ripercussioni nel campo delle attività di Insubrica Historica. In un panorama già problematico per l’instabilità pandemica si è aggiunta la difficoltà di organizzare presentazioni e conferenze. Ciò nonostante vi sono state diverse interessanti iniziative realizzate da Insubrica Historica nel corso del 2021.

1.1 Pubblicazioni sul blog del Museo Nazionale Svizzero
L’attività pubblicistica per conto del Museo Nazionale Svizzero è continuata per il terzo anno consecutivo. Insubrica Historica ha pubblicato un interessante contributo su Teresa Bontempi. Un articolo che avuto un grande riscontro, e che ha permesso di portare alla luce inediti dettagli sull’attività scolastica e politica di Teresa Bontempi.

Teresa Bontempi (Locarno 1883 – Cevio 1968)

1.2 Pranzo Storico Sunrise presso l’albergo Eden Roc
Il 27 settembre 2021 abbiamo organizzato un interessante evento esclusivo in collaborazione con l’albergo Eden Roc di Ascona. Un pranzo storico nello stesso luogo dove gli ufficiali nazisti Wolff e Wenner, trattarono la resa dell’esercito tedesco in Italia poco prima della fine della Seconda Guerra Mondiale. L’evento, a cui hanno partecipato una trentina di persone ha permesso ad Insubrica Historica di conoscere e apprezzare l’associazione asconese Agorà. Un sincero ringraziamento all’albergo Eden Roc e Peter Jankovsky per la loro disponibilità e collaborazione.

Hotel Eden Roc e ristorante la Casetta. In questa casa il plenipotenziario delle SS e Polizei in Italia, Karl Wolff passò la notte del 18-19 Marzo 1945.

1.3 Collaborazione con il Festungsmuseum Naters
Insubrica Historica collabora dal 2019 con il Festungsmuseum Naters. Un interessante museo sito a Naters vicino a Briga (Canton Vallese), raccolto nei meandri di un ex-forte di artiglieria. Grazie all’infaticabile Sig. Elias Salzmann e ai membri del suo comitato, sta per vedere la luce un esposizione permanente riguardante l’Ossola. Sarà allestita in diversi locali di questa fortezza, dando ai visitatori la possibilità di scoprire ulteriori dettagli sulla Linea Cadorna ma anche sulle vicende della Repubblica Partigiana dell’Ossola, ovvero la creazione, esistenza e caduta di questa celeberrima zona libera.

Immagine della fortezza. Fonte: Walliser Bote 1815.ch

1.4 Pubblicazione Cambridge Scholars Publishing
Sotto la direzione del Dr. Francesco Scomozzan, Insubrica Historica ha potuto pubblicare un capitolo all’interno del volume “The Alps and Resistance (1943-1945)“. Un esercizio interessante in vista dell’imminente tesi di dottorato prevista per il 2022, anch’essa scritta in inglese. Per chi volesse una copia di questa pubblicazione, v’invitiamo a contattarci per email: info@insubricahistorica.ch.

1.5 Organizzazione della mostra “Gente di Contrabbando”
Domenica 5.12.2021 abbiamo aperto la mostra “Gente di Contrabbando” presso la Villa San Quirico. Insubrica Historica ha curato e coordinato la mostra. Si è voluto toccare per una volta un aspetto alquanto particolare del contrabbando. Non quello della merce, bensì quello delle persone, fatto da passatori in situazione estremamente difficili. La mostra riguarda il periodo 1943-1945, quando furono ben 12’000 le persone a passare la frontiera nella sola zona del Locarnese. I più fuggivano la macchina di repressione nazi-fascista, fra questi anche circa 400 disertori, per lo più soldati della Zollgrenzschutz oppure del Protettorato della Boemia-Moravia.
Insubrica Historica è stata anche intervistata dalla RSI, cliccando qui avete potete riascoltare l’intervista andata in onda il 6 dicembre 2021.

Scorcio sulla mostra “Gente di Contrabbando” presso la Villa San Quirico a Minusio. Mostra aperta il 5.12.2021 e che durerà fino al 6.3.2022.

1.6 Traduzione del documentario Youtube Valgrande di Stefano Cerutti
Il 2021 ha anche permesso a Insubrica Historica di curare la traduzione del magnifico documentario Val Grande 1944: storia del rastrellamento. Un bellissimo lavoro di Stefano, articolato su più puntate, che copre il rastrellamento della SS-Polizei durante il giugno 1944 in Val Grande. Insubrica Historica ha curato la traduzione dei sotto-titoli in francese, tedesco e inglese. Qui di seguito i vari episodi per i quali Insubrica Historica ha fornito le traduzioni dei sottotitoli in tre lingue:
Episodio 1, Episodio 2, Episodio 3, Episodio 4, Episodio 5, Episodio 6, Episodio 7, Episodio 8, Episodio 9, e Episodio 10.

2. Cosa riserva il 2022 per Insubrica Historica

Insubrica Historica ha in programma le seguenti attività per l’anno 2022:

  • La pubblicazione della tesi di Dottorato sulla presenza tedesca e fascista nella regione dell’Ossola durante il periodo 1943-1945. La tesi viene realizzata nell’ambito della ricerca di Dottorato di Raphael Rues.
  • La pubblicazione di un lavoro inedito riguardante il Locarnese nel periodo 1943-1945.
  • Diverse presentazioni e conferenze nell’ambito della mostra “Gente di Contrabbando” presso Villa San Quirico a Minusio. In particolare:
  • Cooperazione con l’Istituto di Storia Contemporanea “P.A. Perretta” per l’organizzazione di una conferenza nell’ambito del tema “Il contrabbando nel territorio di frontiera della Lombardia Nord occidentale: 1943-1945.”
  • L’organizzazione di un trekking dedicato al contrabbando nella zona di frontiera Brissago-Cannobio. Una nuova proposta di Insubrica Historica, con l’obiettivo di rendere la tematica del contrabbando ancora più trasparente al grande pubblico. Il trekking non richiede particolare forma fisica, se non quella di essere in grado di marciare per un paio di ore in un contesto orografico prealpino.
  • La collaborazione con Agorà Ascona per offrire conferenze e mostre su temi inerenti la storia del Locarnese, ed in particolare le personalità ed eventi che hanno contribuito a fare di Ascona e Locarno un luogo importante nella storia moderna. Una prima presentazione – in lingua tedesca – verrà fatta ad aprile presso l’Hotel Tamaro.
Ritratto di Leni Riefenstahl, protagonista e regista di un film girato a Foroglio in Val Bavona (Valle Maggia) presso la cascata “La Froda” nel 1931.

Auguriamo a tutti nostri lettori un eccellente 2022, ricco di successi nel campo privato e lavorativo, ma anche tanta salute.